Nuovo Isee 2015 da dichiarare anche conti online come Paypal e carte prepagate con o senza Iban.

160738105-645x250L’introduzione di nuove norme in merito alla compilazione del nuovo Isee 2015, l’indicatore della Situazione economica equivalente, potrebbe riguardare anche la titolarità di diverse forme di risparmio e di servizi bancari come conti online, inclusi paypal, e carte prepagate con o senza Iban.

 

Il nuovo Isee2015 prevede attualmente la dichiarazione di tutte le forme di risparmio presenti nel nucleo familiare. Non sono esonerate quindi, carte prepagate con o senza iban, carte postepay, conti paypal e altri. Oltre alla giacenza media, occorre indicare anche il saldo al 31 Dicembre 2014. Con questo provvedimento il Governo punta a ridurre le dichiarazioni falsi per suddividere meglio le prestazioni e i sostegni economici a favore dei nuclei familiari che hanno realmente minori possibilità.

 

Per quanto riguarda i conti online, non è chiaro se occorre indicare somme di denaro disponibili in conti online come ad esempio Paypal. Il più grande operatore finanziario nel settore dell’invio di denaro online, ha sede all’estero e, se non si possiede carta prepagata non ha Iban. L’attuale normativa non include conti controllabili esclusivamente online, e Paypal è un conto che oltre ad avere una competenza fiscale e territoriale estera, ha funzionalità di accesso e controllo solo online. A partire da quest’anno infine, il nuovo Isee sarà gestito da un sistema centralizzato che andrà ad elaborare e ad incrociare diversi dati, fornendo risposta negativa o positiva in seguito a controlli incrociati.

Potrebbero interessarti anche...